IL CORSO ELEMENTARE SUL GIOCO DELLA CARTA

SETTIMA LEZIONE

FATE ATTENZIONE QUANDO BATTETE GLI ATOUT!




Come ho già avuto occasione  di dirvi, una volta che entrate in presa non dovete sempre precipitarvi a battere gli atout, ma dovete farlo se necessario dopo aver formulato un Piano di Gioco e verificato di avere sufficienti rientri in mano o al morto per sviluppare la manovra che vi siete prefissi. Altrimenti vi accorgereste troppo tardi che un atout che avete usato per battere vi sarebbe potuto servire come rientro necessario. Prima di procedere con qualche esempio illustrativo delle avvertenze che dovrete considerare nel corso della impostazione del vostro Piano di Gioco in contratti ad atout, ritengo opportuno richiamare alla vostra attenzione le seguenti considerazioni.
1. Quando avete otto atout sulla linea è pur vero che la più frequente ripartizione dei resti è la 3-2; ricordatevi però che una volta su tre i resti saranno mal ripartiti (troverete la 4-1 il 28% della volte e la 5-0 il 4 %).
2. Prima di precipitarvi a battere gli atout, esaminate attentamente la mano e cercate anche soluzioni alternative che spesso esistono e sono anche più sicure.
3. Considerate l'opportunità di eliminare delle perdenti facendo dei tagli al morto oppure (come vedremo in dettaglio nella IX lezione) di giocare a tagli incrociati o a morto rovesciato.
4. Se decidete di battere gli atout, cercate di mantenerne sempre il controllo: ricordatevi che esiste anche il colpo in bianco in atout!
5. Se i vostri atout sono brutti, cercate di..... farli battere dai difensori, magari simulando la falsa intenzione di voler effettuare dei tagli al Morto.
Seduti in Sud vi trovate a giocare il contratto di 4
dopo la seguente dichiarazione:
L'attacco è con la Q
. Fate il vostro Piano di Gioco.

Prima fase: Quante perdenti mi posso permettere?
Dovete fare dieci prese, potete cederne tre.
Seconda fase: Quante perdenti ho?
Picche: ?   
Cuori: 1    Quadri: 0  Fiori: 2  Totale: 3+ perdenti
Terza fase: Come posso eliminare delle perdenti?
Premesso che le due perdenti a fiori sono immediate, consideriamo allora quella a cuori, non immediata e che può essere eliminata tagliandola al Morto dopo averne scartata una sul Re di quadri.
Quarta fase: Come coordinare questi passaggi?
Se  riuscite ad eliminare la perdente a cuori, potete cederne una a picche senza compromettere il contratto, dovete fare attenzione a non perderne due!
Ed il pericolo è concreto: visto il contro dato da Ovest sull'apertura in un minore egli potrebbe avere quattro picche!

In questa smazzata non potete battere gli atout e per mantenere il contratto dovrete giocare con il giusto timing. Cominciate a prendere l'attacco iniziale con l'Asso del Morto e giocate subito l'Asso di quadri; entrate in mano con il Re di cuori, giocate il Re di quadri su cui scartate una cuori del Morto, e giocate cuori tagliandola con il 4 di atout. A questo punto giocate piccola fiori dal Morto: anche se Est prende e torna in atout, state bassi dalla mano e superate l'8 di Ovest con l'Asso del Morto. Rigiocate ancora fiori e cedete la presa di Asso ad Ovest che non potrà tornare picche per non regalarvi una presa.  Se torna:
quadri, tagliate al Morto e giocate la fiori franca sulla quale scartate l'ultima quadri perdente della mano; giocate dal Morto ancora una fiori e, se Est non mette atout, tagliatela con il 9 della mano restando con la forchetta di K e J della mano (ma superate una eventuale atout di Est).
fiori, tagliate di mano con il 9 la carta franca del Morto! (state effettuando un Gran Colpo in atout descritto nella 12^ lezione), tagliate al Morto una quadri perdente e giocate dal Morto un'altra fiori franca su cui scarterete l'ultima quadri della mano. Ovest taglierà ma sarà costretto a tornare verso la vostra forchetta di K e J di atout.
Come già accennato, in questa mano dovrete fare attenzione a muovere i colori con la giusta sequenza per evitare che Ovest, dopo che i difensori hanno fatto le loro due prese a fiori, riesca a prendere con una atout e, mettendo in presa il Morto vi costringa a giocare verso la mano cedendogli ancora una presa in atout.
Anche quando avete fatto un ottimo Piano di Gioco, siate sempre pronti a sfruttare le soluzioni alternative che ancora potete attuare qualora un imprevisto impedisca la realizzazione del Piano di Gioco originario.
È questo il caso del seguente esempio

Seduti in Sud vi trovate a giocare il contratto di 4 dopo la seguente dichiarazione:
L'attacco è con la Q
. Fate il vostro Piano di Gioco.

Prima fase: Quante perdenti mi posso permettere?
Dovete fare dieci prese, potete cederne tre.
Seconda fase: Quante perdenti ho?
Picche: 4   
Cuori: 1    Quadri: 1  Fiori: 1  Totale: 7 perdenti
Terza fase: Come posso eliminare delle perdenti?
Data la presenza del singolo di picche al Morto e di quello a fiori della mano, posso giocare a tagli incrociati, tagliando  tre picche al Morto e tre fiori dalla mano dopo taver incassato le prese laterali (Asso e Re di quadri ed Asso di picche).
La decima presa verrà battendo l'ultimo atout.
Quarta fase: Come coordinare questi passaggi?
Preso l'attacco con l'Asso, rigioco piccola fiori per aprirmi i tagli nel colore.
A questo punto però, Ovest prende e torna a quadri che Est taglia tornando in atout.

Non solo ho perso la presa di Re di quadri, ma ho anche constatato la sfavorevole suddivisione dei resti nel palo di atout. Come devo giocare per recuperare la presa persa?
Per tentare di mantenere il contratto, dovrò ricorrere all'espasse al taglio al Re di picche!
Il risultato non è sicuro e riuscirà solo se il Re di picche è in Ovest (p=0,5), ma è l'unica via da seguire.
Preso allora in mano con il 7 il ritorno in atout di Est, gioco piccola picche per l'Asso del Morto, torno in mano con un taglio a fiori ed intavolo la Dama di picche scartando una quadri del Morto se Ovest non copre e, restato in presa, taglierò il successivo giro di picche con l'8 del Morto; se invece Ovest copre con il Re taglio al Morto con l'8 di atout, taglio un'altra fiori dalla mano ed incasso il Fante di picche ormai franco.

Prendiamo ora l'esempio riprodotto nel seguente diagramma in cui Sud gioca 6
con attacco di J . La dichiarazione si è svolta nella seguente maniera:
Fate il vostro Piano di Gioco.

Prima fase: Quante perdenti mi posso permettere?
Dovete fare dodici prese, potete cederne una soltanto.
Seconda fase: Quante perdenti ho?
Picche: 0   
Cuori: 0    Quadri: 2  Fiori: 1  Totale: 3 perdenti
Terza fase: Come posso eliminare delle perdenti?
Visto che non c'è stato l'attacco a quadri che avrebbe battuto il contratto, posso scartare le perdenti a quadri della mano una su un Onore a fiori del Morto e l'altra sulla quinta fiori se riuscirò ad affrancarla.
Quarta Fase: Come coordinare questi passaggi?
Il vostro Piano di Gioco deve i prevedere di battere gli atout e di affrancare il palo di fiori.

Prima di procedere, devo assicurarmi di disporre di un numero sufficiente.
Supponendo che i resti nel colore di fiori siano 4-3, occorre andare due volte al Morto per tagliare due fiori e tornarvi una terza volta per giocare la fiori affrancata sulla quale scartare l'ultima perdente a quadri; sono quindi necessari tre rientri al Morto che sono: Asso di quadri, Dama di cuori e Dama di picche.
È pertanto necessario che non mi precipiti a battere subito tutti gli atout per non togliere un prezioso rientro di Nord.
Preso allora di mano l'attacco iniziale con l'Asso di cuori, dopo aver battuto l'Asso di atout, gioco piccola fiori al Re e, sia che Est superi o non con l'Asso, il contratto è mantenuto.
La prosecuzione è ora banale: preso il ritorno di Est, rientro al Morto con la Dama di atout, taglio di mano una piccola fiori prima ancora di giocare la Dama di Fiori (non si sa mai, Ovest potrebbe avere due sole fiori!), batto i restanti atout, risalgo al Morto con la Dama di cuori, gioco la Dama di fiori (su cui scarto una quadri) e taglio la quarta fiori ed avrò affrancato la quinta fiori (sulla quale scarterò la seconda perdente di quadri) disponendo ancora di un ingresso al Morto.
Il fatto determinante il buon risultato ottenuto è stato quello di aver utilizzato la Dama di atout come rientro indispensabile nella corsa verso l'affrancamento del palo di fiori.
Ricordatevelo per l'avvenire: prima di precipitarvi a battere gli atout, considerate anche i rientri che sono necessari per effettuare la manovra sulla quale state impostando il vostro Piano di Gioco!

Quando avete una perdente da eliminare, talvolta potrete scartarla su una vincente, ma in altri casi dovrete tagliarla al Morto. In tal caso dovrete conservare abbastanza atout al Morto per tagliare le vostre perdenti.

Ed ora eccovi un altro esempio. Seduti in Sud vi trovate a giocare il contratto di 3
dopo la seguente dichiarazione:
L'attacco è con la Q
. Fate il vostro Piano di Gioco.

Prima fase: Quante perdenti mi posso permettere?
Dovete fare nove prese, potete cederne quattro.
Seconda fase: Quante perdenti ho?
Picche: 0   
Cuori: 1    Quadri: 2  Fiori: 2  Totale: 5 perdenti
Terza fase: Come posso eliminare delle perdenti?
Avete una perdente di troppo; non potete eliminare le due perdenti a fiori (immedia te) né le due a quadri (anche se differite).
Potete però tagliare al Morto la terza cuori perdente della mano.
Quarta fase: Come coordinare questi passaggi?
Prima di tagliare la terza cuori decidete giustamente di battere gli atout  per non in correre in un surtaglio da parte di Est qualora avesse solamente due cuori.
Preso al Morto  l'attacco iniziale, giocate piccolo atout  per l'Asso  mentre Est scarta il 3 di Quadri.
Ora non potete più procedere ad eliminare gli atout in quanto, poi, rimarreste senza atout al Morto per tagliare la cuori perdente.

Giocate allora Asso di Cuori e tagliate l'altra cuori al Morto e battete poi i restanti atout.
Avrete mantenuto il vostro contratto a meno che Ovest fosse partito con la Dama singola di Cuori, nel qual caso vi avrebbe tagliato l'Asso la seconda volta che sarebbe stato giocato nel colore (ma avreste dovuto trovare la distribuzione 7-1!, estremamente rara in verità).

<<<

>>>