IL CORSO ELEMENTARE SUL GIOCO DELLA CARTA

SETTIMA LEZIONE

IL PERICOLO DEL TAGLIO DI MANO



È ben noto che il dichiarante non ha, di regola, alcun interesse a tagliare di mano in quanto gli atout così utilizzati hanno in genere il valore di altrettante prese di lunga.
Tuttavia può capitare che il taglio di mano abbia lo scopo di arginare la riscossione di un seme franco dei difensori e in tal caso è spesso indispensabile fare di necessità virtù.
Il pericolo di ridursi con meno atout di uno degli avversari e di andare "fuori gioco" perdendo così il controllo della situazione è allora in agguato e molto spesso non si può fare a meno di correrlo.
Qualche volta, però, si ha la possibilità, in relazione al livello del contratto, di scartare di mano fino al momento in cui anche al Morto non si hanno più carte nel seme degli avversari, per cui l'eventuale prosecuzione degli avversari nel colore può essere tamponata ricorrendo al taglio dal morto senza doversi accorciare in atout dalla mano.

Ma questo accorgimento non è l'unico da adottare nella seguente smazzata, conclusa a 4 dopo la seguente dichiarazione:
L'attacco è con il K
, seguito dalla Dama di picche superata dall'Asso di Est.
Fate il vostro Piano di Gioco.

Prima fase: Quante perdenti mi posso permettere?
Dovete fare dieci prese, potete cederne tre.
Seconda fase: Quante perdenti ho?
Picche: 1 
Cuori: 0?  Quadri: 0  Fiori: 3  Totale: 4+ perdenti
Terza fase: Come posso eliminare delle perdenti?
Posso scartare due perdenti a fiori sulle quadri del Morto dopo aver battuti gli atout.
Quarta fase: Come coordinare questi passaggi?
Dopo l'attacco ed il ritorno a picche (colore licitato ed appoggiato dalla difesa) superato dall'Asso di Est, devo tagliare di mano perché un ritorno a fiori da parte di Est comprometterebbe il contratto qualora i resti in atout non fossero 3-3.
Ma se si verifica tale situazione, esiste un evidente pericolo di perdere il controllo degli atout.
In aderenza a questa analisi, dopo aver tagliato l'Asso di picche, devo proseguire con il 9 di cuori, effettuando un Colpo in bianco in atout, cedendo la presa a cuori quando al Morto c'è ancora un atout in funzione di "sentinella" delle picche.
Est non può far altro che prendere a cuori e rigiocare picche tentando di mandarmi fuori gioco.

Ma io, ormai padrone del gioco, posso scartare di mano il 2 di fiori, vincere con l'Asso il ritorno a fiori o a quadri, battere gli atout mantenendo così il contratto.
Ricordatevi di questo Colpo in bianco in atout, a prima vista non molto evidente: molte volte esso vi consentirà di mantenere il controllo degli atout e vi risolverà situazioni ingarbugliate!

<<<

>>>