IL GIOCO DELLA CARTA

Cap. III - IL GIOCO DELLA DIFESA

L'ATTACCO AI COLLEGAMENTI






Abbiamo visto, esaminando il gioco del dichiarante, come egli debba prestare attenzione a mantenere i collegamenti fra la mano del morto e quella del vivo. In maniera analoga, i difensori devono mettere in atto tutti i possibili accorgimenti per contrastare le manovre del dichiarante e cercare di distruggere i possibili collegamenti, sacrificando, quando è necessario e non è possibile fare altrimenti, anche onori o possibili prese.
Spesso l'importante è, infatti, impedire al dichiarante di poter manovrare come più gli aggrada.
Il concetto espresso è chiaro ed alcuni esempi potranno chiarirlo ulteriormente.

Prendiamo ora una mano interessante, che utilizzeremo ancora successivamente, per vedere come un difensore possa battere il contratto attaccando i collegamenti fra morto e vivo distruggendo in anticipo un possibile rientro al morto.
Nella mano riportata nello schema sottostante, Est gioca
7 FIORI ricevendo l'attacco di Asso di quadri che il dichiarante taglia al morto.

Battuti due giri di atout e scoperto che Nord possiede il 10 quarto, Est taglia di mano una piccola picche effettuando la necessaria riduzione in atout per averne lo stesso numero del suo avversario di destra. Incassa ora le due prese con il Re e la Dama di quadri, sulla seconda delle quali Sud non risponde.

Il dichiarante si trova ora nella posizione riportata nello schema sottostante avendo "contato" le nove carte possedute da Nord nei pali minori.

╚ evidente che se muovesse cuori per l'Asso per giocare le picche franche, Nord taglierebbe al terzo giro ed Est dovrebbe cedere una quadri non avendo pi¨ rientri al morto per giocare la picche franca.
Allora il dichiarante gioca il due di cuori con l'intenzione di effettuare un impasse "inutile" alla Dama di cuori, manovra conosciuta con il nome di Impasse di Oslo, per crearsi il necessario rientro al morto.
Ma Sud deve opporsi al piano di Est inserendo la Dama di cuori (Colpo di Merrimac), distruggendo sul nascere il secondo rientro del Morto e con esso la speranza del dichiarante di mantenere il contratto.

<<<

>>>