IL GIOCO DELLA CARTA

Cap. IV - IL GIOCO DEGLI ESPERTI

L'UPPERCUT

Questo colpo e quelli che seguiranno sono manovre di controgioco che possono cioè essere svolte esclusivamente dai difensori.
L'Uppercut è una giocata ben conosciuta dalla maggioranza dei giocatori di bridge.
Esso consiste nel tagliare una carta (eventualmente anche franca) del compagno con una atout generalmente alta costringendo l'avversario a surtagliare promuovendo così un atout del proprio compagno, che altrimenti non avrebbe fatto presa.
Vediamo per esempio le seguenti smazzate.

Nella prima il contratto è 4 CUORI giocato da Sud; Ovest attacca con l'Asso di quadri seguito poi dal Re, dalla Donna e dal Fante di quadri; se Est, alla quarta presa, si limita a scartare una qualsiasi cartina, come potrebbe sembrare a prima vista conveniente e logico, nulla può più impedire a Sud di mantenere il contratto.
Infatti, dopo aver tagliato di piccola, batterebbe gli atout e realizzerebbe tutte le restanti prese.
Se invece Est pensa alla possibile promozione di un eventuale 10 terzo di atout da parte di Ovest e taglia il Fante di quadri franco del compagno con il Fante di cuori secondo ed altrimenti completamente inutile (Uppercut), Sud è costretto a surtagliare con un onore maggiore di atout ed il 10 terzo di Ovest viene promosso e costituirà la presa penalizzante il contratto.

Nella seconda smazzata Sud gioca 5 QUADRI ed Ovest attacca con l'Asso di picche e prosegue nel colore con la Regina.
Al terzo giro Ovest non gioca il Re di picche bensì una piccola picche per invitare Est a tagliare con la più alta atout  con la speranza che possa promuovere la sua Donna.
In effetti, se Est taglia con il Fante di quadri Sud è costretto a surtagliare con un onore promuovendo contemporaneamente la Dama di Ovest.
In questo esempio è stata la sagacia di Ovest a spingere il compagno Est ad effettuare  l'Uppercut!






Dopo aver illustrato il concetto del colpo, esaminiamo ora un insolito Uppercut in questa smazzata giocata effettivamente dopo la seguente dichiarazione:

Sud giocò 2 PICCHE e ricevette l'attacco di Donna di quadri. Sud vinse con l'Asso, eseguì il sorpasso al Fante e giocò al terzo giro il Re di quadri che Est tagliò con il 6.
Sud surtagliò di 7 e giocò piccola cuori. Ovest prese con il Re e rigiocò cuori.
Est incassò due prese nel colore (mentre Ovest scartava una quadri) e ritornò fiori. Ovest prese di Dama, incassò anche l'Asso e ritornò con il Fante di quadri.

La situazione a cinque carte dalla fine era quella rappresentata nel diagramma di destra.
Sud scartò una fiori dal morto. Cosa doveva giocare Est?
Se Est, nel tentativo di promuovere una atout del partner, avesse giocato la Dama di picche, Sud avrebbe surtagliato ed avrebbe mantenuto il proprio impegno continuando con piccola picche per il 10 ed ancora picche battendo gli atout.

Per battere il contratto Est avrebbe dovuto tagliare con il 3 di atout!!!
Sud, dopo aver surtagliato con il Fante, può battere l'Asso catturando la Regina, ma non può evitare di perdere anche una presa in atout ed è down!

interessante notare nella suddetta situazione che se il Fante di quadri fosse tagliato al morto con il 5, Est surtaglierebbe con la Dama ed il contratto diventerebbe ugualmente infattibile in quanto Sud non potrebbe utilizzare il 10 di picche nel battere gli atout e dovrebbe dare il taglio a fiori ad Ovest per limitare i danni.
Ma attenzione: talvolta il dichiarante può evitare le conseguenze dell'Uppercut rifiutando di surtagliare e ricorrendo alla tecnica di scartare una perdente su perdente.
I difensori debbono pertanto incassare le prese laterali alle quali hanno diritto prima di ricorrere all'Uppercut. Ed una volta incassate tali prese, i difensori non devono temere di giocare anche in taglio e scarto, pur di battere il contratto.
È perfino loro preciso dovere farlo quando la presa di caduta sembra poter venire solamente dal palo di atout.

<<<

>>>