IL GIOCO DELLA CARTA

Cap. IV - IL GIOCO DEGLI ESPERTI

IL COLPO DI DESCHAPELLES
ED IL COLPO DI MERRIMAC




Con il Colpo di Deschapelles, un difensore manda al massacro una sua carta alta, anche se vincente, sacrificando così una presa che non gli sarebbe in ogni caso sufficiente per battere il contratto, nella speranza di guadagnare dallo sviluppo della sua manovra un numero di prese sufficienti a battere il contratto stesso.
Il colpo in esame è effettuato al duplice scopo di:
- Eliminare l'unico rientro disponibile in una delle due mani degli avversari prima che sia stato affrancato un suo palo lungo;
- Incassare altre carte franche grazie al rientro creato nella mano del compagno.

Nella smazzata illustrativa descritta nel diagramma a lato, Sud gioca 3 S.A. e riceve l'attacco di Fante di quadri.
Est prende di Asso sul Re del morto e gioca ancora nel colore con la Dama.
A questo punto una minima riflessione di Est deve portare al seguente ragionamento: il dichiarante può disporre di 9 prese (una picche, cinque fiori e tre cuori oppure due picche, cinque fiori e due cuori); allora l'unico modo di battere il contratto è sperare che il mio compagno abbia il rientro di Regina di picche per poter giocare le quadri affrancate.
Est deve allora sacrificare il suo Re di picche (Colpo di Deschapelles) all'Asso di Nord, quando ha ancora un sicuro rientro a fiori.
Qualora Nord non copra il Re di picche, Est dovrà rigiocare nel colore.
Quando poi rientrerà in presa a fiori, giocherà ancora picche ed il contratto è battuto.

Esaminiamo ora la mano descritta nel diagramma a lato, il cui contratto finale è 3 S.A. al quale si è giunti dopo la seguente licita:

NOTA (*) = Salto debole

Ovest attacca con il Re di picche, lisciato al primo giro dal dichiarante che prende di Asso il successivo ritorno nel colore. Gioca quindi il 6 di quadri per il Fante del morto, coperto dal Re di Est.
Per Est è vitale, a questo punto, creare un rientro nella mano di Ovest per consentirgli di incassare le sue vincenti di picche.
Pur non sapendo che Ovest ha la Dama di cuori, la chance migliore per Est è quella di giocare il Re di cuori alla quarta presa e, se Nord non copre, proseguire nel colore per far saltare l'Asso di cuori.
Quando poi Est entrerà in presa con il Re di fiori potrà rigiocare cuori e sperare che vi sia giustizia in questo mondo (nel caso in esame, che Ovest abbia la Dama di cuori).

Abbastanza simile al Colpo di Deschapelles è il Colpo di Merrimac, così definito dalla "Official Encyclopaedia of  Bridge": il deliberato sacrificio di una carta alta allo scopo di far saltare un ingresso vitale nella mano di un avversario, generalmente il morto.
Il nome del colpo deriva da quello di una nave da guerra statunitense che nel 1898, durante la guerra ispano-americana, fu deliberatamente fatta affondare per bloccare nella baia di Santiago la flotta spagnola.
Attenzione a non confondere i due "colpi", in quanto il loro scopo è diverso. Il Colpo di Merrimac infatti tende unicamente a distruggere una ripresa avversaria, indipendentemente dal fatto che si crei una ripresa nella mano del compagno.

Ecco un esempio del colpo di Merrimac nella smazzata del diagramma a lato, in cui Sud gioca 3 S.A. ed Ovest attacca con il 10 di cuori.
Est deve subito realizzare la pericolositÓ del palo di fiori del morto che pu˛ produrre cinque pre-

se, una volta affrancato consentendo la realizzazione  del contratto.
Deve allora prendere subito con l'Asso l'attacco iniziale e controgiocare il Re di picche, sacrificando la sua presa, per eliminare l'unico rientro del morto (eventualment e rigiocando picche qualora Nord non superi).
In presa, Nord può giocare fiori,ma basta che Est prenda al terzo giro di fiori perché il dichiarante non possa mettere insieme più di otto prese (due picche, due cuori, due quadri e due fiori) ed il contratto è così battuto.

Vediamo ora nel diagramma a lato un altro esempio del Colpo di Merrimac.
Sud gioca il contratto di
3 S.A. e riceve l'attacco di 6 di cuori. Il Fante di Est è lisciato da Sud e fa presa.
A questo punto Est deve fare un piccolo ragionamento: Sud ha certamente l'Asso di cuori (Ovest non ha attaccato di cartina se avesse avuto tutto lo Stato Maggiore!) ed ha dilazionato la presa per interrompere le comunicazioni fra i difensori.
Il morto, inoltre, ha un palo lungo e pericoloso (fiori) e dispone di un rientro (Asso di quadri).
Ma se il dichiarante ha solo due carte di fiori il palo non è affrancabile se viene fatto saltare subito il rientro costituito dall'Asso di quadri.
Il gioco non è sicuro, ma è l'unico che ha qualche probabilità di successo.
Est deve quindi giocare il Re di quadri e rigiocare quadri se resta in presa per far saltare l'unico rientro del morto: basta ora che prenda al secondo giro quando verranno giocate le fiori e, così come stanno le carte, la difesa batterà il contratto.

<<<

>>>