IL GIOCO DELLA CARTA

Cap. IV - IL GIOCO DEGLI ESPERTI

IL GIOCO "COME SE"




Talvolta il dichiarante, non appena presa visione delle carte del morto e dell'attacco iniziale, si accorge che il contratto nel quale è impegnato non è il migliore e che, probabilmente, tutta la sala dichiarerà un contratto che frutterà un punteggio più elevato.
Deve allora impostare il suo gioco, anche contro le "regole" del bridge o della probabilità, ipotizzando le carte avversarie disposte in maniera tale che il contratto da lui chiamato sia in realtà il migliore possibile.
Dovrà pertanto correre il rischio di un sorpasso che, se va male, gli fa perdere il contratto, ma che gli permette, se riuscito, di fare quella presa in più che gli consente di ribaltare il risultato dello score.
Ciò è soprattutto indispensabile in un torneo Mitchell, lo è molto di meno nel Duplicato. Nel Mitchell il dichiarante deve fare l'impossibile per ottenere uno score migliore, anche a costo di correre il rischio di pesanti penalizzazioni, ma tanto fare 3 S.A. per 400 di punteggio, quando tutti avranno chiamato
4 PICCHE per 420 punti, è uno zero uguale a quello che si prenderebbe rischiando un gioco che porterebbe ad una caduta di tre prese.
Se invece si riuscisse a fare  3 S.A. + 1, allora i 430 punti conseguiti porterebbero il top.
In definitiva, il guadagno è incerto ed improbabile, ma la rimessa è nulla.
Vediamo ora alcune smazzate che servano a meglio illustrarvi il concetto appena espresso.

Nella smazzata riportata nello schema a lato, Sud gioca  3 CUORI  e riceve l'attacco a picche. Dopo aver incassato tre prese a picche, i difensori muovono il palo di quadri ed il dichiarante realizza di avere perdenti cinque prese anche se riesce a catturare la Donna di atout. Ma la cosa più importante è che si rende conto che il resto della sala giocherà solo il contratto di 2 CUORI, per cui se gioca normalmente prenderÓ il tip.
Con
JT93 al morto e AK84 in mano, come verrà normalmente giocato il colore di atout?
Si parte di Fante dal morto e si farà l'impasse: è la maniera in cui giocherà la sala.

Nord deve allora ipotizzare che la normale linea di gioco sia perdente e che la Dama sia seconda in Ovest.
Deve quindi battere Asso e Re sperando nella caduta della Donna.
Se ciò si verifica andrà una down come il resto della sala, altrimenti due, ma il tip sarebbe stato comunque inevitabile.
In quest'altra smazzata il dichiarante deve seguire una determinata linea di gioco che si rivela l'unica  a rendere proficuo il contratto chiamato. Con Nord-Sud vulnerabili, la licita si è svolta nel seguente modo:

Nota (*) : BICOLORE MINORE

Per battere il contratto di 5 PICCHE contrate, Ovest attacca con il 9 di quadri che viene vinto dalla Donna di Est (mentre Nord sta basso) che incassa anche l'Asso di quadri.
Ora Est può scegliere fra due linee di gioco: muovere fiori o tornare quadri, sperando nella promozione di una atout del partner.
Nel primo caso, Sud taglia di piccola dalla mano; nel secondo caso, taglia di alta.
In entrambi i casi risulta evidente che Sud ha due perdenti a quadri ed almeno due a cuori (a meno di trovare Regina e Fante secchi).
Il contratto sembrerebbe destinato a cadere di due prese (-500), ed il punteggio potrà essere buono solamente se si riuscirà ad andare una down (-200) e se gli avversari avevano la manche (-400).
Ciò sarebbe possibile solamente se Est avesse  solo due carte fra cuori e picche, che costituirebbero le uniche sue due perdenti.

Se è vero ciò, Sud deve giocare  come se le carte di Est fossero proprio così come ipotizzato.
Nel primo caso deve battere gli atout, eliminare l'altra fiori tagliando di mano giocare due colpi a cuori per sicurezza e quindi mettere in presa Est giocando il Fante di quadri dal morto e scartando di mano una cuori. Est è in presa e deve riuscire a quadri o a fiori, in taglio da parte di Nord e scarto della cuori perdente da parte di Sud.
Nel secondo caso, dopo aver battuto gli atout, il dichiarante elimina le fiori dalla mano del morto mediante tagli dalla mano, poi gioca Asso di cuori e, quando vede cadere il 10 di Est,gioca piccola cuori verso il 9 del morto.
Ovest prende  ma poi deve tornare cuori, verso la forchetta di 9 del morto e di Re della mano, oppure fiori in taglio e scarto.
Anche in questo caso il contratto è penalizzato di una sola presa.
Altre situazioni classiche in cui il dichiarante deve porre in atto i giochi "come se" si verificano quando ci si è spinti a chiamare una manche, che gli altri tavoli non avrebbero chiamato, oppure si sta giocando un contratto contrato e che sicuramente sarà giocato liscio in altri tavoli.

È questo il caso della smazzata riportata a lato in cui Sud gioca 2 PICCHE contrate dopo che Ovest aveva aperto di 1 CUORI. Ovest attacca di Asso di cuori, seguito poi dal Re e dalla Donna tagliata da Sud che realizza che il contratto di 2 CUORI da parte di E-O sarebbe stato imperdibile e che, pertanto, la difesa a 2 PICCHE contrate sarebbe buona solo se comportasse la caduta di una sola presa (-100), mentre andare due o tre sotto sarebbe comunque uno zero.
Vediamo allora come deve giocare Sud.
Tagliato il terzo giro di cuori, deve battere l'Asso ed il Re di atout, rientrare in mano a quadri con l'Asso e, senza possibilità di scelta, giocare ancora atout, avendo la fortuna di trovare le restanti divise fra Est ed Ovest.
Quest'ultimo in presa non sa dove uscire; se esce fiori potrebbe regalare il contratto se Sud ha Asso e Regina nel colore; se invece esce a quadri, come nel caso in esame, Sud realizza addirittura una presa in più.
Occorre avere fiducia e fortuna allo stesso tempo!

<<<

>>>