IL GIOCO DELLA CARTA

Cap. IV - IL GIOCO DEGLI ESPERTI

IL COLPO DI ATOUT




È un'abile manovra del dichiarante che permette di catturare un atout avversario apparentemente impossibile da catturare.
Tale manovra consiste nel "ridurre" i vostri atout alla stessa lunghezza (o addirittura inferiore) di quelli avversari. Evidentemente ciò sarà possibile solo procedendo a dei tagli.
Successivamente, dovrete effettuare un gioco di fine mano appropriato alla situazione contingente che vi permetta di catturare l'atout avversario (eliminazione e messa in mano ad atout o ad altro colore collaterale, oppure ricorrendo al sorpasso di taglio se non potrete perdere altre prese e se possibile, ovvero costringere l'avversario a tagliare qualora abbia un atout maggiore del vostro nel caso che possiate perdere una presa).

Ma spieghiamoci con un esempio, essendo la situazione degli atout rimasti (per es. ) quella riportata nel diagramma a lato: il Dichiarante (Sud) non può evidentemente effettuare il sorpasso al Re di atout in quanto non ha al morto nessun atout da giocare.
Per catturare il Re di Est, deve pertanto procedere prima  ad una riduzione di atout tagliando di mano due volte

per portarsi allo stesso numero di atout di Est, quindi giocare dal morto delle carte franche per costringere Est a tagliare, dopo di che supera l'atout di Est e cattura il rimanente atout battendo.
Per portare in porto questa manovra, occorrono chiaramente al morto tanti rientri quante sono le volte che si vuole tagliare di mano per "accorciarsi".
Inoltre, se non possiamo perdere alcuna presa, sarà necessario rientrare al morto ancora una volta  per procedere alla cattura dell'onore di Est con un sorpasso al taglio.
Il Colpo d'atout può essere semplice, doppio, triplo ecc. a seconda del numero delle riduzioni di atout che sono necessarie per la corretta esecuzione del colpo.

Nel diagramma a lato, Sud gioca 4 CUORI; Ovest attacca con l'Asso e rigioca Re e poi Donna di picche.
Ancora in presa Ovest gioca il 7 di fiori, Sud prende in mano con il Re, batte l'Asso e il Re di cuori e si accorge della cattiva distribuzione delle atouts.
Non potendo catturare il Fante di cuori con altre manovre deve procedere ad una riduzione in atout giocando Asso e piccola fiori tagliata di mano.
Quindi piccola quadri all'Asso e quarta fiori del morto  ancora tagliata di mano. Infine piccola quadri per il Re  giocando dal morto la quadri o la picche rimasta.
Est è costretto a tagliare, Sud surtaglia e batte l'ultima atout mantenendo il contratto.
La manovra descritta è stata possibile in quanto si sono verificate le seguenti quattro condizioni:
1. Possibilità di ridurre le atouts del dichiarante (mediante due tagli) allo stesso numero di atout di Est.
2.
Il morto possedeva un numero di rientri pari al numero di riduzioni più uno: in totale tre rientri  (Asso e Re di quadri ed Asso di fiori).
Da notare che Sud è stato previdente: sul ritorno di Ovest con il 7 di fiori il dichiarante ha preso di mano con il Re, salvaguardando un prezioso rientro al morto.
Se infatti avesse preso al morto con l'Asso di fiori, la manovra non sarebbe riuscita mancando al morto il necessario numero di rientri. Analogamente, anche un ritorno quadri da parte di Ovest avrebbe battuto il contratto perché avrebbe eliminato in anticipo uno dei rientri del morto.

3. Impossibilità che Est tagli una delle riprese del morto.
4. Avendo perso già tre prese sull'attacco, il contratto sarebbe stato battuto se il Fante di atout si fosse trovato in Ovest.
Per quanto riguarda i punti 3 e 4, occorre che le carte degli avversari siano ben disposte, messe come e dove vi servono. Ciò non dipende da voi, quindi anche la riduzione in atout è un gioco "come se". Dovete giocare sperando che la disposizione delle carte sia proprio quella che vi permette di rispettare il contratto. In tal caso lo manterrete, altrimenti cadrete, ma non sarà colpa vostra.

Esaminiamo un'altra smazzata in cui Sud gioca 4 PICCHE ed Ovest attacca con Asso, Re e Dama di fiori.
Dopo aver tagliato il terzo giro di fiori, Sud batte l'Asso di picche e gioca picche per la Donna accorgendosi della cattiva distribuzione delle atouts.
Prova l'impasse al Re di cuori che non ha successo.
Est riesce a cuori. Preso in mano con il 10 di cuori, il dichiarante deve tentare una riduzione in atout.
Gioca pertanto il Re di quadri e quindi piccola quadri per l'Asso tagliando il ritorno a quadri.
A questo punto la situazione quella riportata nel sottostante diagramma.

Sud gioca piccola cuori per l'Asso di Nord e poi, alla giocata successiva, sorpassa l'atout che Est gioca, mantenendo il contratto.
Da notare che se Ovest, dopo aver incassato Asso e Re di fiori non fosse tornato a fiori ma a quadri, il dichiarante avrebbe dovuto accorciarsi due volte in atout e avrebbe avuto necessità di un altro rientro al morto.
Avrebbe potuto mantenere il contratto giocando piccola picche all'Asso, e rigiocando preventivamente fiori per il taglio di mano con l'8 di picche, correndo il rischio di un eventuale surtaglio a fiori da parte di Ovest.

Ma in tal maniera si sarebbe cautelato da una distribuzione cattiva degli atout (Fante quarto in Est).

In quest'altra smazzata Sud alle prese con il contratto di 4 CUORI contrate.
Ovest ha trovato il migliore attacco con il Fante di fiori che il dichiarante, messo sull'avviso dal contro, liscia dal morto e taglia dalla mano dando inizio alla riduzione in atout.
Gioca poi piccola cuori verso il 10 del morto che Est supera con il Fante. Per il meglio Est torna a quadri per il 10 di Sud, la Dama di Ovest e l'Asso del morto. Gioca ora Asso di fiori sul quale scarta il Fante di quadri della mano ed ancora fiori tagliata di mano. Quindi Asso di picche seguito dal Fante di picche.
La situazione quella riportata nel successivo diagramma: sia che Est prenda con il Re di picche o che lisci, non può impedire a Sud di mantenere il contratto.

Supponiamo infatti che non superi: Sud rigiocherà picche mettendo in mano Est che potrà giocare quadri o cuori.
Se gioca quadri, Sud taglia e rigioca il 9 di picche tagliandolo con il 9 del morto.
Se invece gioca un Onore di cuori, Sud supera con l'Asso e rigioca il 9 di picche tagliandolo con il 9 di cuori.
In entrambi i casi darà solo una presa agli avversari oltre al Fante di cuori ed al Re di picche già dati.
Se invece Est supera con il Re ugualmente non ha più difesa:

- se torna picche, Sud taglierebbe di mano una quadri ed il 9 di picche con il 9 di atout del morto; se Est surtagliasse dovrebbe poi uscire nella "fourche" di atout del dichiarante.
- se torna quadri, Sud taglia di mano, risale al morto  con la picche, rigioca quadri dal morto e sta a vede

re quello che fa Est.
Se taglia con il 7 di cuori, il dichiarante surtaglia di 8, mentre se taglia con un onore, scarta il 9 di picche e rimane con la "fourche" di Asso ed 8.
- se torna in atout di piccola, sta basso di mano e fa la presa con il 9 del morto, gioca anche la Dama di picche e taglia di mano una quadri con l'8 di atout, batte l'Asso e cede solo il 9 di picche; se torna in atout con un Onore, prende di Asso, gioca picche per la Dama del morto e taglia una quadri; taglia poi il 9 di picche con il 9 di cuori del morto e dà una sola presa.

<<<

>>>