La licitazione

Indice Standard Italia

Home Page

LA RISPOSTA MEDIANTE IL CAMBIO DI COLORE

1. POSSEDETE UN SOLO COLORE LUNGO
  Non correte un rischio grande se il colore che nominate non cambia il livello dell'apertura, cioè il livello uno.
  Esempio:      Apertore:  1 QUADRI        Voi (rispondente): 1 CUORI

  Tuttavia, avete appena letto che il cambio di colore è la sola licita forcing.
  anche facile comprendere che occorre un minimo per obbligare a riparlare un apertore che può non essere molto forte.
  Su una apertura di uno a colore questo minimo è di 5 punti Onore o 6 punti D.O., al di sotto del quale esiste una sola lici-
  ta possibile: "PASSO".
  Tale limite si abbassa a quattro punti se il rispondente ha un Asso (una presa praticamente sicura).
  La situazione è differente se il colore che desiderate licitare è meno nobile del colore di apertura.
  Per esempio, sull'apertura di 1 QUADRI avete un solo colore lungo, quello di FIORI.
  Se decidete di licitarlo, dovete dichiararlo a livello due:

      L'Apertore:  1 QUADRI                    Il Rispondente:  2 FIORI

  Licitando 2 FIORI su 1 QUADRI si hanno questi due effetti immediati:

  - si eleva il livello della licita da 1 a 2;
  - si obbliga l'apertore a riparlare.


  pertanto difficile comprendere che, per rispondere con un cambio di colore due su uno, è necessario che si abbiano
  ben più di 6 p.D.O.?
  Sono infatti necessari circa 11 punti D.O. per fare un cambio di colore due su uno dopo una apertura di uno a colore.

  Vi capiterà talvolta di trovarvi nelle seguente situazione:
  - il vostro compagno ha aperto di uno a colore e voi avete fra 5 e 10 p.D.O.;
  - non avete un appoggio nel colore di apertura;
  - il vostro colore lungo è meno nobile del colore di apertura.
  Desiderate dire qualche cosa, ma non avete il diritto di dichiarare a livello 2!
  Non vi rimane che la risposta di 1 S.A. che esamineremo successivamente.
  Era tuttavia necessario accennarne fin da ora perché è la sola licita, d'altronde non forcing, che supplisce alla risposta di
  cambio di colore allorché quest'ultima si è dimostrata impossibile per carenza di forza.
  Sono possibili tre tipi di cambio di colore:
 
  - Il cambio di colore 1 su 1: minimo 5 p.O. o 6 p.D.O.;

  - Il cambio di colore 2 su 1: minimo 10 p.O. o 11 p.D.O. ed un colore quinto, o 8÷9 p.O. ed un robusto colore se-
  sto. Con mani non minime è possibile fare un cambio di colore 2 su 1 anche licitando un palo minore quarto
  ben onorato; in tal caso si tenderà a giocare 3 S.A. come contratto finale.
  Sull'apertura 1 PICCHE, la risposta 2 CUORI garantisce, oltre al punteggio previsto, anche il possesso di un mi-
  nimo di cinque carte ed almeno un onore.

  - Il cambio di colore a salto con mani forti (almeno l'apertura ed un bel palo lungo ed onorato); ne riparleremo
  più avanti.


2. POSSEDETE PI COLORI LUNGHI


Esaminiamo ora il caso in cui possedete più colori lunghi dopo che il vostro compagno ha aperto  di uno a colore (non sempre si tratterà di mani di appoggio).
Ripetiamo le tre regole da applicare quando avete la scelta fra più colori:
 
  - Con due colori di diversa lunghezza, nominate per primo il più lungo.
  - Con due colori quarti, nominate quello più economico.
  - Con due colori quinti, nominate il più nobile.


Abbiamo appena detto: "quando avete la scelta".  In effetti, non sempre avrete possibilità di scelta.
I vostri colori lunghi non saranno tutti e due licitabili al livello di uno e non avrete gli 11 p.D.O. necessari per parlare a livello due. C'è allora un'eccezione; due soluzioni possibili ed ogni volta una scelta semplice, evidente ed efficace:

  - con un colore licitabile a livello uno, nominatelo qualunque sia il numero di carte (ed in qualche rara eccezio-
    ne anche se terzo!).
  - senza colore licitabile a livello uno, rispondete sempre con 1 S.A.


  Se avete invece più di 11 p.O. o 11 p.D.O., applicate le regole abituali.


3. IL CAMBIO DI COLORE CON SALTO

Esempi:
    L'Apertore    -    Il Rispondente    oppure  L'Apertore    -    Il Rispondente
    1 QUADRI            2 CUORI                1 CUORI            3 FIORI



Il cambio di colore a salto è una licita che indica una mano molto forte (almeno l'apertura) con un colore chiuso o semichiuso almeno sesto. Essa indica immediatamente la possibilità di chiamare una Manche (forcing Manche) e può indicare una mano interessante e prospettive di SLAM.
Questo cambio di colore a salto viene fatto con due tipi di mano, entrambe con un valore minimo di 13 p.O. o 14 p.D.O.:

- sia con un colore robusto;

- sia con un forte appoggio nel colore di apertura del compagno (si va in ricerca di un doppio fit per giocare al li-
  mite uno SLAM; in tal caso il palo licitato a salto può essere anche quinto e con due soli onori maggiori).


Lo scopo della risposta "Cambio di colore a salto" è quello di trovare immediatamente il complemento nel colore licitato a salto (un onore maggiore anche secondo o secco).

  Esempi.  Sull'apertura di 1 CUORI, rispondete 2 PICCHE con le seguenti due mani:

La scarsa economicità di questa risposta è giustificata dal fatto che se si dichiarasse un colore a livello 1 o 2, la sua successiva ripetizione, anche se fatta a salto, non sarebbe forzante e si sarebbe costretti a licitare un colore inesistente per tenere aperta la licitazione.

Inoltre, i gradini licitativi persi al primo turno per il salto verranno recuperati successiva- mente poiché non sarà più necessario effettuare ulteriori salti.

Mano 1
AQT973
A8
Q98
65

Mano 2
AK874
AQT7
T85
7

Ricordiamolo ancora una volta: tutte le risposte con cambio di colore sono forcing.
Ricordiamo anche i tre valori minimi richiesti per fare i tre possibili cambi di colore:

- a livello 1:    5 p.O. o  6 p.D.O.;
- a livello 2 su 1:  10 p.O. o 11 p.D.O.;
- a salto:  13 p.O. o 14 p.D.O.


Non vi abbiamo accennato al valore massimo previsto per ciascuno dei tre possibili cambi di colore per una semplicissima ragione: per il fatto che con c'è limite massimo per detta risposta e, proprio per questa ragione le aperture sono forcing.

In altre parole, quando aprite di 1 a colore ed il vostro compagno fa un cambio di colore 1 su 1 o 2 su 1, sapete soltanto che quest'ultimo ha una mano di almeno 5 punti O. o di almeno 10 p.O. e che non ha uno dei due tipi di mano entrambe forti (monocolore almeno sesta o mano con appoggio e buon palo quinto, entrambe con una buona apertura) con le quali avrebbe risposto con un cambio di colore a salto (forcing manche).

<<<

>>>